Uno scorcio di Valencia
Vento in poppa
Tutti a Valencia per seguire la Coppa America
Valencia è la meta turistica del momento. Il capoluogo spagnolo sarà il cuore dell'America's Cup, arrivata nel Mediterraneo per la prima volta in 156 anni. Città d'avanguardia, ha un forte cultura storica, abbinata però anche ad un rinnovamento tecnologico costante. Tuttavia a farla diventare sede del prestigioso trofeo velico è stata soprattutto la sua stabilità meteorologica, che può garantire sfide appassionanti, grazie alla costanza delle brezze termiche. Il vento leggero da sud est si alza durante la mattina, soffiando regolare nel pomeriggio.

Un posto in prima fila - Nella terza città della Spagna per numero di abitanti dopo Madrid e Barcellona, tutto è stato disposto per accogliere al meglio la prestigiosa gara. I fortunati che potranno recarsi in Spagna per l'occasione si ritroveranno al Port America's Cup, vero centro propulsivo della manifestazione. Situato davanti al campo di regata la sua struttura è pensata come una specie di stadio, per offrire il massimo dello spettacolo, grazie alla sfilata quotidiana delle barche nel canale. All'interno del porto è stato allestito anche America's Cup Park. Pensato come un villaggio del divertimento, offre la possibilità di seguire le gare attraverso un grande schermo. Le regate, inoltre, sono visibili direttamente dalle spiagge, perché si svolgono a pochi chilometri dalla costa. In alternativa si può prenotare a partire da 12 euro, uno dei limitatissimi posti sulle barche degli spettatori.
Non solo vela - Da non perder nel tour turistico di Valencia una visita al Palazzo de Dos Aguas che ospita il Museo Nazionale della Ceramica. Poco distante si trova la sede dell'Ayutamento, il municipio della città della Spagna orientale. Nel quartiere del Mercat si può vedere il Mercato central e soprattutto la Lonja de la Seda (la borsa della seta costruita alla fine del 1400), dichiarato patrimonio mondiale da parte dell'Unesco. Il cuore della città è rappresentato dalla Plaza de la Virgen, dove si trova il Palau de la Generalitat, la Torre del Miguelete e il Santuario de la Virgen de los Desamparados (del XVI secolo), principale chiesa della città. Infine il quartiere della Seu, la Cattedrale e il Museo de la Ciudad. Ma Valencia significa anche vita notturna. Le zone più popolate di bar, pub e club sono Cánovas, il Barrio del Carmen e la Ciutat Universitaria, in particolare lungo Avenida de Blasco Ibáñez e nelle vie che circondano Plaza de Xuquer.

Come arrivare - L'aereo è sicuramente il mezzo più veloce per raggiungere la cittadina spagnola. Le compagnie che volano dall'Italia verso Valencia sono diverse. Ad iniziare dala spagnola Iberia che collega Valenzia con Milano Bologna Pisa Napoli Roma Torino e Venezia. Da Milano effettuano voli tutti i giorni Alitalia, Ryanair (Orio al Serio) e Vueling. Mentre da Roma viaggiano Alitalia e Ryanair. Con le compagnie low cost si può acquistare un biglietto andata e ritorno a partire da 60 euro. Per raggiungere la città dall'aeroporto di Manises è conveniente prendere un treno, ne parte uno ogni mezz'ora che arriva in centro in soli 20 minuti. Come alternativa, la MetroBus offre un servizio di autobus: ne parte uno ogni 10 minuti e in circa 45 minuti raggiunge la stazione degli autobus in Avenida Menéndez Pidal. Ovviamente il mezzo più comodo rimane il taxi: la corsa dura 15-20 minuti a seconda della destinazione e costa sui 20 euro.

Dove Dormire - Se si è scelto di visitare Valencia durante i giorni dell'America's Cup, dal 3 aprile al 7 luglio, è bene sapere che i prezzi degli hotel potrebbero essere più elevati della media stagionale. Per non avere brutte sorprese sarebbe meglio prenotare in anticipo approfittando delle offerte che si trovano in rete, molte delle quali comprendono anche lo sconto volo più hotel. Ad esempio per farsi un idea dei prezzi si possono confrontare le offerte riportate sul sito londraweb, senza trascurare di vagliare anche quelle riportate sul sito dell' Ente del turismo spagnolo.

Dove Mangiare - Per chi non vuole perdersi neppure un minuto di regate è possibile prenotare in uno dei tanti ristoranti che si trovano all'interno del villaggio America's Cup Park. In questi locali è possibile scegliere tra la cucina giapponese, italiana passando naturalmente per quella spagnola. Tuttavia per conoscere Valencia anche sotto l'aspetto culinario non si può non gustare la paella valenciana del ristorante Casa Roberto (Calle Maestro Gozalbo n.19). Altro posto da segnalare è senz'altro El Romeral Gran Via Marquès del Turia 62. Mentre per un buon giro di tapas è indispensabile una capatina alla Bodega Montana (calle José Benlliure 69).

Diario da Valencia
Il blog di Mario Oriani
I retroscena raccontati dall’unico giornalista italiano che segue la Coppa America dal 1958. Partecipa anche tu
Scopri la Spagna!
Scegli il ritmo latino…Prenota una vacanza di sole e movida.
Binocoli
Per dare uno sguardo lontano, guardare le altre barche, i delfini, le coste..
Solari
Proteggi la tua pelle in barca.
Stazioni Meteo
Prima di uscire dai uno sguardo alle previsioni meteorologiche
INTERNET WITH A PASSION.